Aggiornamento da Ubuntu Gutsy ad Hardy Heron 8.04

25 05 2008

Per aggiornare ubuntu basta dare dal terminal:

$ sudo update-manager -d

Il suddetto comando sicuramente è molto carino e dovreste provarlo, ma se avete installato del software “non ufficiale” o non direttamente supportato da Ubuntu, potrebbe lasciarvi con un aggiornamento a metà, se non con un sistema non più funzionante.

Nello specifico, il mio sistema è molto personalizzato, per esempio non ho il pacchetto “ubuntu-desktop” perché molti software contenuti non mi servono, in compenso uso molti altri software e Gnome.

Vediamo qualche problema che può capitare e come risolverlo.

Spazio insufficiente

update-manager stima lo spazio necessario all’aggiornamento dell’intero sistema.

Eseguite:

 sudo apt-get dist-upgrade

In questo modo i repository rimarranno quelli di Hardy e potrete utilizzare anche Synaptic per fare l’aggiornamento.Attenzione a non far sovrascrivere file di configurazione personalizzati.
Purtroppo ogni tanto l’installazione potrebbe richiedervi di cosa fare di alcuni file di configurazione. Se vi ricordate di aver fatto delle modifiche importanti in quel file non sovrascrivetelo.

Leggete gli errori, a volte sono cose banali: link simbolici da ricreare, file di configurazione obsoleti da pulire (sudo dpkg -r –purge <pacchetto>), demoni da far partire perché qualche script di disinstallazione vuole stopparli (es. peercast), binari da copiare brutalmente dal .deb perché non vengono scompattati (es. nautilus), file di xorg da rigenerare (sudo dpkg-reconfigure -phigh xserver-xorg)ù

Fonte:grigio.org

Annunci




Full Circle:rivista on-line

11 05 2008
Logo

The FREE Independent Magazine for the Ubuntu Linux Community

Full Circle Magazine è un progetto nato da un’idea sul forum internazionale della comunità di Ubuntu per creare una rivista che raccolga alcune guide pratiche, molto dettagliate di immagini, e curiosità sull’uso di un ambiente Ubuntu e delle sue varianti derivate ufficiali.

E’ uscito da pochissimo il numero 11 di Full Circle Magazine tradotto in italiano, i contenuti sono:

  • Una buona recensione di KDE4
  • TUTORIAL: Come creare un proprio server
  • Installare Ubuntu su iBook

Per l’archivio delle edizioni italiane di Full Circle Magazine andate qui.

Per quanto riguarda l’edizione originale ,qui ci sono tutti i numeri..per altre info consultate Full Circle





Sabato 27 ottobre Linux Day 2007

27 09 2007

Il prossimo Linux Day si terrà sabato 27 ottobre 2007.

Tratto dalla pagina http://www.linux.it

ILS (Italian Linux Society) è un’associazione senza fine di lucro che dal 1994 promuove e sostiene iniziative e progetti in favore della diffusione di GNU/Linux e del software libero in Italia, con lo scopo di divulgare la cultura informatica nel nostro paese.

ILS in particolare si prefigge di favorire la diffusione del sistema operativo libero GNU/Linux, di favorire la libera circolazione delle idee e della conoscenza in campo informatico, di promuovere lo studio ed il libero utilizzo delle idee e degli algoritmi che sottendono al funzionamento dei sistemi informatici, di promuovere l’applicazione del metodo sperimentale nello studio dei sistemi informatici, di sviluppare studi e ricerche nel settore dell’informatica, di organizzare convegni, manifestazioni e corsi per la divulgazione della cultura informatica.





AROS , l’OS Italiano

26 09 2007

L’Italia si è fatta sentire grazie ad un nuovo sistema operativo ovviamente open source di nome AROS.

L’AROS nasce, all’incirca nel 1998, dall’idea di Aaron Digulla, e raccoglie presto l’attezione di un gruppo di sviluppatori che si riunisce in un team, che agisce in forma distribuita su internet, secondo il tipico modello di sviluppo Open Source.

Dopo una lunga fase di gestazione, l’AROS è a tutt’oggi pronto al 75%, 80%, ed ha ottenuto numerosi upgrade rilevanti; uno dei questi è la nascita di un secondo stack TCP/IP, che ora permette a questo sistema operativo di accedere ad internet senza dover ricorrere ad un programma wrapper che utilizzi le risorse e gli stack internet della macchina ospite.

AROS Research Operating System è un sistema operativo per il desktop efficiente, leggero e facile da usare, pensato per rendere produttivo e piacevole l’uso del computer. È un progetto indipendente, libero e indipendente dalla piattaforma, pensato per essere compatibile con AmigaOS 3.1 a livello di API (un po’ come Wine, ma non come UAE), ma dotato di caratteristiche più avanzate. Il codice sorgente è distribuito con una licenza open source, che permette a chiunque di migliorarlo come crede.